I 28 Luglio 2019 -  Giro nel cuore dei Cadini di Misurina

Rif.Col de Varda, f.lla della Neve, rif.Città di Carpi, Casera Maràia, albergo Cristallo

 

Uscita annullata, causa maltempo!

Programma

Partenza ore 06.30 dal piazzale della sede si va per Lentiai, Mel,Limana,Ponte nelle Alpi dove si prende la statale 51 dell’Alemagna fino a Tai di Cadore da qui si prosegue per Auronzo lo si supera e si arriva al lago di Misurina e si parcheggia al villaggio alpino Pio XII punto di partenza dell’escursione.

 

Escursione

Percorso.A: EEA

Dal parcheggio mt 1756 si sale con la seggiovia biposto del Col de Varda in 10 minuti circa ci porta al rif.Col del Varda mt 2105. Dal rifugio si prende il sentiero cai 117 che sale verso nord tagliando obliguamente le grave del ramo di Misurina dei Cadini e ci porta alla forcella Misurina mt 2395. Dalla forcella si scende quindi nel versante opposto per pendio ripido e scosceso e aiutati da (corde metalliche). Arrivati a un bivio ci si porta al centro del Ciadin della Neve, da qui si risale verso destra sentiero cai 116 e su ghiaione si sale a zig zag fino ad arrivare alla forcella della Neve mt 2471 fare attezione residui di neve. Dalla forcella si scende nel versante opposto per ripido canale ghiaioso e poi macereto fino a incontrare,nella parte superiore del Ciadin de le Pere,la traccia del sentiero Durissini sentiero cai 117 che si segue per breve tratto in discesa fino al distacco a destra del sentiero cai 116 che, per la sella alta di Maraia si arriva al rif. Città di Carpi mt 2110.

Percorso.B: E

Dal parcheggio mt 1756 si prende una carrareggia cai 120 nei pressi della stazione inferiore della seggiovia e in un’ora circa ci porta comodamente al rif. Col de Varda mt 2105 salendo lungo la pista di sci. Dal rifugio si continua in discesa fino ad arrivare a un bivio, si prende il sentiero a sinistra che aggira in moderata pendenza il Col de Varda poi si scende diagonalmente verso sudovest sotto le cime dei Rami di Misurina e della Neve dei Cadini e la grande sottostante grave di Pogofa con grandiosa vista su Marmarole e Sorapiss. Ad un successivo bivio nel bosco (tab) si segue il sentiero a sinistra e aggirata la Costa del Vièro, porta per prati alberati (i Ciampète) per arrivare poi a forcella Maràia e poco oltre al rif. Città di Carpi mt 2110.

Percorso a gruppo unito: E

Dal rifugio si scende a forcella Maràia fino ad arrivare al bivio indicazioni per Palus San Marco, Casera Maràia e si segue la carrareggia fino ad arrivare ad un tornante, tabella su un albero a sinistra per Casera Maràia, si segue il sentiero in mezzo al bosco fino ad arrivare ad un meraviglioso alpeggio si seguono le tracce in mezzo all’erba e si scende fino a raggiungere Casera Maràia mt 1696. La Casera è aperta a uso di ristoro è stata restaurata da poco ed è in un contesto bellissimo vale una sosta. Dalla Casera di fronte scende un sentiero lo si prende e si scende fino ad intersecare la strada forestale, attraversiamo la strada e proseguiamo diritti sul sentiero a fronte indicazioni per albergo Cristallo. Si scende sul sentiero che fa parte dell’Alta Via n°4 del Tiziano fino ad arrivare all’albergo Cristallo mt 1368 dove ci attende il pullman.

Note:

Escursione Dolomitica in un grande contesto .Punti di interesse sono i rifugi Col de Varda, Città di Carpi e Casera Maràia, i Gruppi Dolomitici dei Cadini,Cristallo,Sorapiss,Marmarole ecc.

 

Percorso A:

Difficoltà: EEA, escursionistica per esperti e attrezzati per ferrata;

Disivello: 450 m  salita, 1300 m discesa;

Durata: 6 ore 30' comprese le soste;

Cartografia: Tabacco n.017, scala 1:25000 DOLOMITI DI AURONZO E DEL COMELICO;

Attrezzatura: kit da ferrata, ramponi o ramponcini per possibile presenza di nevai o placche di ghiaccio.

 

Percorso B:

Difficoltà: E, escursionistica per tutti;

Disivello: 350 m  salita, 800 m discesa;

Durata: 5 ore 30' comprese le soste;

Cartografia: Tabacco n.017, scala 1:25000 DOLOMITI DI AURONZO E DEL COMELICO;