20 maggio 07 - Rifugio Vederna

Foto lungo il percorso

Programma:
Partenza alle ore 7 in pullman. Si prende la strada per Feltre, poi la SS.50 del Rolle. A Imer si scende verso il fondo valle a dx e si attraversa il torrente Cismon. Si lascia il pullman nei pressi della località Cappuccetto rosso (mt.675) e si prende la mulattiera contrassegnata con il n.736, nel versante destro della Val Noana. La mulattiera sale in modo costante senza difficoltà, prima tra boschi poi tra prati. Al bivio, a quota 1230, tenere la dx per il rifugio Vederna (mt. 1324).
Il rifugio è posto ai margini di una conca prativa cosparsa di numerosi masi, tra le pendici meridionali del Vederna e quelle settentrionali del Pavione. Adiacente al rifugio c’è la chiesetta dedicata alla Madonna della neve, inaugurata nel 1948.
Dal rifugio è possibile salire sulla cima del Monte Vederna (mt.1584), punto panoramico strategico, in cui erano state collocate le artiglierie italiane per fornire il fuoco di copertura, nel corso della ritirata dai fronti trentini dopo Caporetto.
Il rifugio, quasi certamente aperto, offre la possibilità di consumare il pranzo (nell’imminenza della partenza per averne la certezza telefonare a Silvana).
Il ritorno è previsto per la stessa strada.

Tempo di percorrenza: ore 5.00

Dislivello: 649 mt salita e discesa

Carta: carta Tabacco n.22 e 23

Capigita: Zanatta Elia e Zanatta Lino

Splendida giormata di sole sin dalle prime ore del mattino.